Nessuno scompare davvero

Nessuno scompare davvero

La protagonista del romanzo è Elyria, una ragazza giovane che porta il nome di una città dell’Ohio dove la madre non è mai stata. Ha un lavoro stabile come sceneggiatrice di soap opera e vive a New York con Marito. All’apparenza, nella vita di Elyria non manca nulla: ci sono sicurezze e certezze, economiche e affettive. Eppure, un giorno si imbarca su un volo di sola andata per la Nuova Zelanda, decisa a cercare una persona vista solo una volta, per pochi minuti, che le aveva detto qualcosa del tipo Se capiti in Nuova Zelanda, io ti ospito nella mia fattoria.

Inizia così, sin dalle prime pagine del romanzo, il viaggio di Elyria verso la Nuova Zelanda. Ma il viaggio che intraprende la protagonista non è solo fisico, è soprattutto un on-the-road mentale. Il libro è narrato in prima persona e i lettori si ritrovano in balia dei pensieri della ragazza. Elyria insiste su un punto in particolare, di se stessa: il bufalo. Il bufalo è quella sensazione che non la abbandona mai, quei sentimenti che la gettano preda della rabbia, dell’insicurezza, dell’incapacità di decidere. 

La ragazza si muove in Nuova Zelanda quasi completamente in autostop, accettando passaggi da sconosciuti ai quali non riesce a dire ‘no‘; incontra personaggi bizzarri, tra cui gli abitanti di una comune in stile hippy; si racconta alle persone più improbabili; ma quello che non la lascia mai è quel senso di inadeguatezza, di incapacità di decisione, di totale indifferenza verso gli altri e soprattutto l’impossibilità di capire cosa davvero vuole dalla sua vita.

A volte chiama quella che convenzionalmente si definisce ‘casa’ o ‘famiglia’, ma il più delle volte confessa di essere sola. Elyria è sola, ma non è una solitaria: è una persona che cerca continuamente la compagnia degli altri, anche se sconosciuti o sbagliati. 
Quello che più mi ha colpito della donna è il suo essere normale e il suo incarnare paure che, bene o male, abbiamo provato tutti.

Ma il libro non mi ha convinto del tutto .

Penna:⭐️⭐️
Storia:⭐️⭐️
Empatia:⭐️⭐️