Invidia il prossimo tuo

Invidia il prossimo tuo

Alan e Craig. Ricchezza e povertà. 
Alle soglie dei 50 anni i due ex compagni di liceo si ritrovano e tirano le somme delle loro vite: uno è critico gastronomico, medio borghese, con una bella famiglia mentre l’altro…è un barbone. 
E va bene così, ognuno ha la sua vita.

MA.

Ma Alan vuole aiutare Craig e un po’ per altruismo, un po’ per vanto, lo ospita a casa sua. Ed è l’inizio della fine.
Perché Craig, musicista fallito, attualmente barbone, entra nei particolari della vita di Alan e se ne appropria sovvertendo la situazione iniziale. È l’invidia che lo ha spinto? O la possibilità di trovare un’opportunità grazie ai segreti dell’amico?

Niven è acuto, preciso nello scrivere uno spaccato di vita quotidiana con tutti suoi i pregi e i difetti. E con humor arriva dritto al punto: quando aiutiamo gli altri lo facciamo per noi stessi o davvero per puro altruismo?
E cosa ci aspettiamo in cambio? Basta un grazie? 

Ho amato la franchezza di questo libro e riso a situazioni normali per quanto paradossali.

Penna:?
Storia:?
Empatia:?